Badoglieide

La Badoglieide è una canzone satirica su Pietro Badoglio ed uno dei più noti canti della Resistenza antifascista italiana.

Secondo la testimonianza di Nuto Revelli, il testo della canzone nacque la notte tra il 25 e il 26 aprile del 1944, da una improvvisazione sulla musica della canzonetta E non vedi che sono toscano.

I partigiani della quarta banda di Giustizia e Libertà che, in una grangia di Narbona (antico abitato sul Monte Tibert), concorsero alla stesura delle parole furono otto o nove e tra questi lo stesso Revelli, Ivano e Bellino, Alberto e Livio Bianco (il primo a suggerirla), Nino Monaco.

La canzone, fortemente anti-monarchica e anti-badogliana, fu anche cantata, con il testo modificato, dai militari della Repubblica Sociale Italiana.

La canzone inizia invocando lo stesso Badoglio:

«O Badoglio, Pietro Badoglio
ingrassato dal Fascio Littorio
col tuo degno compare Vittorio
ci hai già rotto abbastanza i coglion.»

Nell’arco del testo vengono ricordati molti episodi della storia italiana di quegli anni: la Guerra d’Etiopia e il ducato di Addis Abeba, la guerra di Francia, la campagna italiana di Grecia, Grazzano, paese natale di Badoglio, dove egli, dopo le dimissioni, si ritirò a vita privata (“giocavi alle bocce”), la campagna italiana di Russia, il 25 luglio 1943, giorno della caduta del fascismo (“alla fine di luglio”), i bombardamenti americani sull’Italia (“sull’Italia calavan le bombe”), l’Armistizio di Cassibile (“Vittorio calava i calzon”), la fuga di Vittorio Emanuele III (“la fuga ingloriosa”), la guerra di liberazione italiana (“Noi crepiamo sui monti d’Italia”). Oltre al re e a Mussolini, vengono ricordati anche Enrico Adami Rossi e Clara Petacci.

Il ritornello recita:

«T’ l’as mai dit parei,
t’ l’as mai fait parei,
t’ l’as mai dit, t’ l’as mai fait,
t’ l’as mai dit parei,
t’ l’as mai dilu: sì sì
t’ l’as mai falu: no no
tutto questo salvarti non può»

Fonte testo: [Wikipedia]

Fonte video: [utente salvo726YouTube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *