Postkarte del 14 novembre 1943

Questo documento è un  Kriegsgefangenenpost. Il primo in ordine cronologico pervenuto nel riordino delle carte di mio padre ad assumere questo particolare formato. Mio padre, quando scrisse questo biglietto postale era prossimo al compimento del 21° anno di vita, mancavano infatti tre giorni al suo compleanno.

In prigionia ad Emmendingen presso lo Stalag VC, a due mesi dall’8 settembre 1943 mio padre si limita a comunicare ciò che si può nel piccolo spazio riservato ai prigionieri di guerra.

Anche questo documento ci porta alcuni spunti per delle riflessioni storiche che ci permetteranno meglio di comprendere alcuni meccanismi che servivano a fornire, pare strano persino a dirlo, un “servizio” di posta in tempi di guerra e con tutte le eventuali considerazioni del caso aggiuntive che si possono solo immaginare.

E’ interessante notare che l documento si presenta come un prestampato che ha l’unico scopo di standardizzare il più possibile la comunicazione tra il prigioniero di guerra e il destinatario della missiva. Questo anche per facilitare il compito della famigerata censura “gepruft“.

“Miei tutti carissimi. Dopo quasi più di due mesi di nessun segno di vita da parte vostra, con gioia immensa vi invio queste poche righe. Certissimo che voi tutti state bene di salute come pure io ed in attesa di quel lontano giorno per potervi riabbracciare tutti uniti vi invio i miei più forti abbracci e bacioni cari dal sempre vostro orsetto Gianni

Copyright © Giorgio Bertuzzi Camprecios – 2019
Ogni riproduzione del TESTO e delle IMMAGINI è vietata se non diversamente autorizzata dall’autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *